Agrégateur de contenus

Tags notizia

Gemellaggio del DSU Toscana con lo Studentenwerk Friburgo

una rappresentativa dell'Azienda ha visitato le strutture dell'omologo ente tedesco

Una rappresentativa di dipendenti dell'Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario impiegati presso i Servizi Ristorazione e Residenze hanno fatto visita dal 26 al 29 giugno scorso ai colleghi dello Studentenwerk di Friburgo, organizzazione che svolge attività di sostgno agli studenti universitari iscritti all'Ateneo della cittadina tedesca.
Scopo della trasferta che rientra in una serie di gemellaggi che il DSU Toscana ha in programma di attuare con omologhe realtà di altri paesi europei, è quello di verificare  modelli gestionali e operativi di erogazione di servizi nonché organizzativi delle strutture di accoglienza di soggetti istituzionali internazionali che si occupano del supporto allo studio per uno scambio di esperienze ed acquisire buone pratiche da adottare.

Il risultato di questa iniziativa è stato illustrato da una delle responsabili del Servizio Ristorazione, Maria Letizia Toncelli, nel corso della Commissione Consultiva del CdA "Ristorazione" presieduta dalla Consigliera Alessandra Gemmiti, alla presenza del Direttore Generale DSU Toscana Enrico Carpitelli, alla quale hanno partecipato numerosi dipendenti di tutte le aree aziendali.

Da una valutazione comparativa si rileva una diversa concezione di attribuzione del beneficio: il DSU Toscana concede benefici ai meritevoli ed economicamente bisognosi attraverso la tariffazione gratuita dei servizi, mentre a Friburgo ed, in generale in Germania, lo studente viene responsabilizzato con prestito di denaro per studiare e accedere ai servizi. 
Riguardo al menù offerto presso le mense universitarie, quello del DSU è strutturato secondo i dettami della dieta mediterranea, è variegato e attento alle esigenze nutrizionali, mentre quello erogato al SWFR è più internazionale e versatile con la scomposizione del vassoio, con il pagamento di quanto consumato.
Considerata l’esperienza maturata in ambito di sostenibilità del SWFR in seno ad una città ecologica per eccellenza a livello europeo come Friburgo, è molto interessate apprezzare la notevole spinta applicata verso la sostenibilità come stile di vita, optando che nel DSU una maggiore rappresentazione della scelta vegetariana, il linea con gli obiettivi aziendali. Molto interessante è anche l’adozione del contenitore di vetro per l’asporto in cauzione, l’uso diffusissimo delle borracce e l’eliminazione delle tovagliette monouso sul vassoio. 
Interessante anche il coinvolgimento retribuito di studenti per impieghi di supporto presso il DSU, la cura per il benessere studentesco e la sostenibilità nelle residenze, il completamento della transizione digitale del sistema di accessi presso i servizi, la valutazione giornaliera dei gradimenti del pasto, la gamma di gadget predisposta. 

Le buone pratiche e le idee raccolte possono essere dunque trasferite alla realtà del DSU Toscana a seguito di una valutazione di tipo tecnico-economica, in considerazione delle risorse umane, patrimoniali ed economiche a disposizione ma anche dal quadro normativo vigente.

 

Galleria fotografica