Aggregatore Risorse

Contributo affitto

Gli studenti idonei all'alloggio possono richiedere un contributo affitto per il periodo di indisponibilità di posti presso le residenze universitarie.

Termini e modalità di presentazione

Il contributo affitto (art. 18 punto 3 del bando) è un importo in denaro che può essere concesso agli studenti vincitori di borsa di studio e posto alloggio che ne facciano apposita richiesta a partire dal 2 novembre 2021 ed entro le ore 13:00 del 15 dicembre 2021, prorogato alle ore 13:00 del 31 gennaio 2022 per gli studenti iscritti ai corsi di dottorato o di specializzazione.

Per richiedere il contributo affitto, lo studente dovrà compilare il form tramite il portale on line utilizzando le proprie credenziali di accesso. Alla domanda, dovrà essere allegata copia del regolare contratto di affitto .

Periodo di concessione del contributo e decadenza

    Il periodo di concessione del contributo affitto è rapportato al periodo d’indisponibilità del posto letto rispetto all’intero periodo di durata del beneficio, pertanto gli studenti vincitori di posto alloggio che, convocati per l’assegnazione del posto in residenza universitaria, rinuncino al posto o non si presentino, cesseranno di beneficiare del contributo affitto a partire dalla data di convocazione.

    Il contributo affitto sarà concesso con apposito atto che sarà approvato con cadenza trimestrale posticipata entro 30 giorni dalla fine del trimestre di riferimento:   

                             Generalità degli studenti Dottorandi e specializzandi   
    prima rata 30 gennaio 2 maggio
    seconda rata 2 maggio 31 luglio
    terza rata 31 luglio 30 ottobre
    quarta rata 30 ottobre 31 gennaio anno successivo

    In caso di mancata riscossione del contributo affitto entro il 31 dicembre dell'anno successivo rispetto a quello nel quale è stata effettuata la richiesta, si applica la decadenza dal beneficio prevista all’art. 20 del bando.

     

Caratteristiche del contratto di affitto

Durata: almeno 6 mesi;
Ubicazione: alloggio ubicato nel Comune o nei Comuni limitrofi ove ha sede prevalente il corso di studio frequentato.
Tipologie di contratto ammesse:

  • contratto intestato allo studente richiedente;
  • contratto intestato ad un suo familiare (genitore, fratelli o coniuge);
  • contratto intestato ad altri con atto di subentro intestato allo studente, regolarmente sottoscritto dalle parti e registrato;
  • contratto intestato ad altro studente. In tal caso il nominativo dello stesso richiedente deve figurare all’interno del contratto come soggetto titolato ad occupare l’abitazione e a corrispondere la quota parte del canone pattuito;

È ammessa deroga al contratto regolarmente registrato nel caso di:

contratto di affittacamere o Residenza/Collegio della durata di almeno 6 mesi, non soggetto a registrazione, che comunque deve contenere le clausole che disciplinano l’ospitalità e la sottoscrizione delle parti. In tal caso occorre produrre ricevute mensili comprovanti il regolare pagamento dell’affitto

Gli studenti che alloggino a titolo oneroso in assenza di regolare contratto, ma abbiano presentato istanza di passaggio a contratto regolare, secondo le vigenti norme sull’emersione degli affitti “al nero”, possono richiedere il contributo presentando copia della suddetta istanza o dichiarazione sostitutiva attestante la stessa.

ll contributo affitto è concesso unicamente per i periodi per i quali è stato presentato un regolare contratto di affitto.

E' possibile beneficiare del contributo affitto una volta convocati?

Pur in presenza di disponibilità del posto alloggio, il contributo affitto viene concesso, a richiesta, alle seguenti categorie di studenti disciplinate dal bando:

  • studenti con disabilità di cui all’art. 9;
  • studenti con figli minori di cui all’art. 10;
  • studenti coniugati che condividono l’alloggio con il coniuge;
  • studenti che frequentano corsi di studio con sede prevalente in un Comune ove non sono presenti strutture abitative dell’Azienda.

Sono equiparati agli studenti coniugati gli studenti in unione civile o in convivenza di fatto di cui alla legge 20 maggio 2016, n.76.

Integrazione monetaria del contributo affitto

Agli studenti beneficiari del contributo affitto sarà riconosciuta un'integrazione monetaria del valore massimo di € 600,00 in base al numero di mensi di contributo effettivamente concesso, nella misura di € 50,00 per ciascuna mensilità. Lç'integrazione sarà concessa, senza necessità di alcuna richiesta specifica da parte degli studenti aventi diritto, con apposito atto approvato nel mese di novembre 2022.

Sportello studente

I benefici dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario on-line, registrati e accedi con il tuo codice fiscale e la tua password.